Articoli

Il movimento 10idee incontra la città di Cosenza

“Sul calendario abbiamo segnato una data: il 2 luglio. Sarà allora che il Movimento 10 Idee per la Calabria, presenterà i propri progetti per la Regione. Accadrà in un luogo simbolo, Piazza del Popolo a Reggio Calabria, là dove si ergono quattro palazzine che nelle intenzioni avrebbero dovuto rappresentare la Casa delle Associazioni, ma che ancora oggi, ad oltre 15 anni dall’avvio dei lavori, sono incompiute. Un luogo pubblico, abbandonato, che per noi simboleggia invece apertura e partecipazione”. Lo ha detto Domenico Gattuso nel corso di una partecipata riunione svoltasi a Cosenza, in cui ha incontrato aderenti e simpatizzanti. “Il nostro non sarà un programma calato dall’alto, piuttosto il risultato di sinergie che si attiveranno grazie ai tavoli tematici che abbiamo attivato. Esiste già una bozza programmatica redatta da esperti, tecnici competenti nei diversi settori che ci accingiamo, con il contributo di quanti vorranno mettersi in gioco, a migliorare e trasformare in progetti immediatamente realizzabili e in grado di generare opportunità di sviluppo e di occupazione”. “Vogliamo chiarire la nostra idea di Calabria, ha detto Stefania Salerno, promotrice del Movimento 10 Idee. Ecco l’importanza dei tavoli tecnici. Chiunque vorrà dare il proprio contributo, una volta registrato attraverso il sito web, potrà essere inserito in uno dei gruppi tematici che si stanno formando”. Nel suo intervento Franco Violo, componente del consiglio dell’ordine nazionale dei geologi, ha posto una questione cruciale: “Abbiamo una regione da ricostruire e bisogna iniziare dalle fondamenta. Il nostro è un territorio ad alto rischio idrogeologico. Urgono azioni volte alla messa in sicurezza dei territori, delle strutture pubbliche, scuole, ospedali, ma anche abitazioni e infrastrutture, puntando al recupero del patrimonio edilizio in una ottica di rigenerazione”. “C’è un aspetto che vorrei evidenziare, ha detto Gattuso concludendo l’incontro. Stiamo chiedendo a quanti si stanno avvicinando al Movimento, di aprire il cassetto in cui, perdendo ogni speranza, hanno riposto quei progetti mai realizzati. Noi, dopo opportuna valutazione, intendiamo inserirli nel nostro programma di governo e tradurli in azioni concrete, ancorate ai reali bisogni della comunità calabrese. Il nostro modo di far politica è diverso da quello dei partiti tradizionali. Le macerie che essi hanno lasciato, guidati da leader mediocri, sono sotto gli occhi, al punto che i giovani vanno via sempre più numerosi e oltre la metà degli elettori non va più a votare perché rassegnata. Noi vogliamo costruire un futuro diverso, dando dignità alla nostra regione, lavorando per fermare l’esodo in atto e invertire la tendenza. Siamo credibili e competenti, per noi parlano le nostre storie, persone oneste, libere e con spirito di servizio”. Sono intervenuti molti dei presenti, che hanno espresso opinioni e stimoli diversi, anche spunti organizzativi, per un percorso certo non semplice, nella consapevolezza che solo un lavoro di squadra di alto livello può determinare il cambiamento. Per un primo contatto con il Movimento si segnalano il sito web www.10idee.it e la pagina facebook 10 idee per la Calabria.

Dai un voto a questo articolo
[Totale: 0 Media: 0]
Condividi su: